XXVI Concorso di Ceramica Contemporanea MediTERRAneo EVENTO

Proprio sull’elemento materico ancestrale della Terra vuole ancora insistere il nome del concorso, in continuità col solco già tracciato nella precedente edizione, di cui la linea grafica attuale conserva alcune specifiche ed evocative tracce; ma Terra rappresenta anche il corpo centrale della parola “Mediterraneo” che negli anni scorsi aveva geograficamente delimitato l’area di provenienza delle opere in concorso.

L’idea è quella di conservare rinnovando: conservare i tratti distintivi di un concorso che giunge alla sua ventiseiesima edizione, rispettando ed enfatizzando i suoi elementi identitari, imprimendogli nel contempo una direzione nuova e diversa, giammai contrapposta.

Ecco che dalla parola “Medi TERRA neo” emergono graficamente i frammenti medi e neo, e la mostra-concorso si candida ad un nuovo ruolo, attuale e sociale: fare dell’arte ceramica uno strumento di mediazione, traduzione, interpretazione delle esigenze di rinnovamento del mondo contemporaneo, di come esso si snoda nel mezzo delle varie terre e culture.

Il Concorso annovera 38 opere individuate a seguito di una selezione e realizzate da artisti provenienti da diverse regioni d’Italia, altre nazioni europee ed extraeuropee. Le opere sono state create mediante diverse tecniche ceramiche e con forme e scelte cromatiche talvolta simboliche e concettuali, altre volte descrittive e realistiche. Mostra a cura di Lorenzo Madaro.

Potete visitarla tutti i giorni fino al 29 settembre, compresi i festivi, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 21.00.

Ingresso a pagamento: > SCOPRI DI PIù (incluso nel ticket per il Museo della Ceramica).

Per info